Marco was the MC of IAB forum 2014, 12.000 attendees (here a selfie with Italian celebrity Pif)

“Ma tu che mestiere fai? Ma tu chi sei?”

Ok per chi ancora non ha scoperto Google ecco la versione breve:

– Ho 4 figli, 2,7,16 e quasi 18.
Tutti obbediscono alla lettera ai miei ordini (ahahahahaha)

– Nel 2013 ho letto Serve to Win di Djokovic e gosh mi ha illuminato su alimentazione e focus

Ho una newsletter super segreta che trovi qui (ogni tanto mando una mail di aggiornamento su qualche video interessante o qualche anteprima di iniziative che sto per lanciare)

– I siti Internet stanno per sparire – a breve saranno solo API per le interfacce dei DPA – e per questo la mia attenzione al mio sito è pari a zero (se pensi che faccia cagare sono d’accordo con te)

– Ho fatto TV per parecchi annetti e in particolare la trasmissione di tecnologia su SkyTg24 (IoReporter, Reporter Diffuso). E’ stato divertente (il grazie va a Emilio Carelli che 1 giorno, dopo 7 mesi che lo martellavo, mi ha dato spazio in video e poi tutto è cresciuto da lì)!

bezos_montemagno_original

– Per 11 anni non ho usato l’auto ma solo car sharing (ora un’auto mi costringono a usarla per portare i bambini a scuola e alle feste di compleanno con dolci e palloncini affini che così non si vede mai una mazza)

– Ho fatto il Classico, mi sono laureato in Giurisprudenza a Milano in Statale, ho fatto l’abilitazione al patrocinio per fare l’avvocato (!!) e qualche mese prima dell’esame di stato per diventare avvocato, mentre ero in coda in una fumosa cancelleria di Tribunale, mi son chiesto: è davvero quello che vuoi fare Monty? No. Mollato tutto e buttato nel meraviglioso mondo di Internet (dove per anni ho preso botte da orbi!).

– Da un tot di anni vivo in Inghilterra a Brighton che è un posto fuorissimo e dove la qualità della vita è super (ma in Italia passo ogni mese)

– I posti online dove mi trovi di più sono:

– Dopo anni con capelli lunghi, codini e doppio codino (beh solo quando son tornato dall’Australia per un giro di un paio di mesi in bus) mi sono rapato a zero credo nel 2008. Ora sbucano ancora fuori alcuni sopravvissuti ma cerco di farli fuori settimanalmente.

– Comunico. Comunico, Comunico. Con progetti di business (in Italia ai tempi ho fatto Blogosfere, comprata dal Sole24Ore), con eventi (la Social Media Week l’ho portata in italia anni fa con un mio ex socio), a eventi (gosh la lista qui è infinita, fai uno sforzetto e prova Google, a volte funziona bene), in TV, in Radio (son su Radio Monte Carlo ancora oggi ogni Giovedì e con Kay Rush per primi facemmo una roba che si chiamava blogosfera ai tempi del “ma che cazz sono sti blog?”), su Facebooksss, dal lattaio e sulla spiaggia. Comunico.

– Ho un giardino dove ho scoperto di avere: albero di ciliegie, albero di mele, menta, origano e una serie di altre cose che mi dicono utili in caso di attacco nucleare globale…(uhm)

– Non sono un MOTIVATORE. Mi dispiace so di dare un grande dolore ma tanto ce n’è mille a disposizione e soprattutto chi vuole motivarsi davvero, si motiva da sè. Parlo a volte nei miei video, di mentalità giusta per fare le cose, solo perché dopo una decade a contatto con aziende e persone, mi sono accorto che i migliori consigli senza l’attitudine giusta non portano da nessun parte. E quindi: DO IT!

– Ho lanciato la prima Startup School in Italia bruciando sul tempo il mio amico Riccardo Donadon. Abbiam fatto un paio di edizioni e poi abbiam fatto altro (per fortuna perché Riccardo ha poi messo in piedi una super figata a Ca Tron e ci avrebbe spazzati via)

– Ho una dolce metà che è fenomenale. Vorrei essere come lei ma la genetica ancora non permette una facile clonazione totale!(ma ci sto investigando…)

– Da Marzo 2015 ogni giorno (se non sono a eventi, in giro, super malato o davvero con le palle girate) carico sulla mia pagina FB 1 video al giorno. Parlo di comunicazione, di digitale, commento notizie di attualità e dico la mia in genere su quanto mi passa davanti nel periodo che va tra quando mi alzo (5:40-6:00) a quando devo chiudere tutto per non divorziare (7:50 tassativo).
E’ una bellissima avventura e ricevo messaggi incredibili ogni giorno (…anche qualche insulto da qualcuno che però o ignoro o banno: “colpirne 1 per educarne 100”)

– Non tengo più il conto delle aziende con cui ho collaborato per progetti, eventi, consulenze perché dopo i 40 avrebbe poco senso. Ho moderato Techcrunch Disrupt Italy per 2 anni, IDCEE a Kiev, Noah Conference a Londra, co moderato LeWeb a Parigi e “fatto cose” con BNL/Cardif BNP Paribas, PIAGGIO, TIM, ADECCO, SAP, IAB, Poste Italiane, MasterCard, Teleperformance, Trenitalia, Google, ENEL, IBM, Sky, Microsoft, Oracle, Epson, Illy, L’Oreal…(boh così i primi nomi che mi vengono in testa)

– Ho un gatto (la mia dolce metà l’ha preso di nascosto appena ero via per un evento) ma ora siamo grandi amici…(tengo però gli occhi sempre aperti, you never know..)

– Una volta abbiamo organizzato un treno intero carico di Startup che è andato da Roma a Milano con su 1.000 startupper (ai tempi in cui si pensava che startup fosse una marca di caramelle).
Ogni vagone un mentor e chi saliva doveva compilare un canvas di Osterwalder da consegnare a fine viaggio.
That was a damn cool event!

– Ho e ho avuto la fortuna di incontrare e intervistare una vagonata di gente interessante. Da Jeff Bezos fondatore di Amazon, al fondatore di YouTube, Al Gore, Oliver Stone, Chris Anderson (Wired) Steve Ballmer, Tony Robbins, Seth Godin, quando era a capo di Microsoft e mille altri. Se riesco a intervistare la mamma di Goldrake li ho intervistati quasi tutti 🙂

– In gioventù (ho passato i 40 da mò) di mestiere giocavo a ping pong. Miglior classifica ufficiale nei primi 5 d’Italia (miglior classifica nella mia testa: n.1 del mondo). Ho smesso da anni ma continuo a vedere video di ping pong online e ogni volta penso di riprendere (medito segretamente un ritorno sulle scene alle olimpiadi over 80 per sbaragliare il campo)


Video Vari